parallax background

Buy now

Matanza
17 Novembre 2020
Felipe Espinosa, il serial killer del Colorado
17 Novembre 2020

Matanza


L' idea di scrivere quest’opera nacque alcuni anni fa, quando m’imbattei in un episodio controverso della rivoluzione messicana: l’eccidio di Torreòn del 1911, una delle più cruente stragi di civili dell’America Latina, e che originò da un contesto di estrema miseria e arretratezza sociale del paese.

Protagonista della vicenda è Juana, una ragazza indigena che viene venduta e avviata alla prostituzione. Nel corso del conflitto tra le milizie rivoluzionarie e l’esercito federale, la giovane cercherà di mettere a frutto l’unica opportunità di fuga e riscatto, ma verrà travolta dalla violenza di una guerra senza fine.

Nella sua condizione di donna, prostituta e indigena, la protagonista dà voce agli ultimi della sua terra, quei popoli nativi che pur costituendo l’anima più antica della nazione messicana, lottano ancora oggi per avere diritto a un futuro.

Along the river

La frontiera spezzata


N ew Mexico, 1905. Due storie che s'incrociano, si tingono di sangue e procedono verso un feroce destino. Da un lato il dramma famigliare di Frank De Ville, malinconico sceriffo di uno sperduto villaggio di frontiera e dall'altro Timothy Suffolk, un cinico avvocato impegnato in una delicata trattativa con alcuni leader navajo.

La posta in gioco è altissima: un immenso giacimento di oro e idrocarburi lungo il corso del fiume San Juan, che cambierà per sempre la vita della tribù. Suffolk usa la potente arma della corruzione per ottenere dagli indiani i permessi di sfruttamento minerario, ma un efferato omicidio all'interno della riserva sconvolge i suoi piani e innesca una spirale di cieca violenza che trascinerà tutti verso il baratro.

Duro e violento, Along the River è una favola nera che devasta anche i rapporti più intimi come quelli tra padre e figlio; sarà la grandezza della natura selvaggia - muta ed impassibile dinanzi alle miserie umane - a dilatare i toni crepuscolari dell'intera vicenda e ad accentuarne il carattere epico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *